Logudoro e Goceano




Complesso nuragico di Sos Nurattolos, AlÓ dei Sardi
Giungendo ad AlÓ dei Sardi da Buddus˛, per la Strada Statale 389, si volta a sinistra, in una delle prime vie laterali del paese, al segnale che indica la zona archeologica di Sos Nurattolos; si procede per circa 1.5 Km, sino ad un bivio. Si volta a destra, e si procede per una strada che conduce sulle montagne; dopo 3.3 Km si volta a destra ad un bivio, quindi ancora a destra dopo altri 300 metri. Si percorrono ancora altri 2.4 Km, sino ad incontrare una piazzola di sosta segnalata da un cartello di "parcheggio". Si lascia l'auto e si risale il pendio alla sinistra, per un sentiero acciottolato con gradini, ben evidente, che conduce in cima alla montagna (a 100 mt di quota) dove sono i vari edifici del complesso nuragico di Sos Nurattolos.


Nuraghe Loelle, Buddus˛
Dall'abitato di Buddus˛ (raggiungibile dalla S.S. 131, bivio per Mores al Km 178.900; quindi S.S. 128 bis per Ozieri e, dopo il bivio per Pattada, S.S. 389 dir. sino a Buddus˛) percorrere la S.S. 389 per Bitti, sino al Km 45, sulla sinistra, a circa 50 mt dalla strada, Ŕ ben visibile il nuraghe Loelle. Nei pressi, sono 2 tombe di giganti, facilmente visitabili.


Nuraghe Burghidu, Ozieri
Percorrere la S.S. 597 da Sassari a Olbia (dalla S.S. 131 svincolo al Km 197,700)sino all'incrocio con la S.S. 132 da Ozieri a Chiaramonti; voltare in quest'ultima direzione, e girare, al Km 11,500, in direzione di Tula. Dopo circa 600 mt, girare a destra in una strade che conduce, dopo aver oltrepassato alcuni cancelli, al Nuraghe Burghidu.


Tomba Ipogeica di Campu Lontanu, Florinas
Dall'abitato di Florinas (raggiungibile dalla S.S. 131; svincolo al Km 193.300) uscire in direzione di Cargeghe e voltare, subito a sinistra, per Banari e Ittiri. Giunti alla chiesetta romanica di S. Antonio, voltare a sinistra per Banari-Ittiri e, dopo pochi chilometri, subito dopo il Nuraghe Corvos, girare ancora a destra per Ittiri. Una volta oltrepassato il ponte Riu Mannu, procedere ancora per 300 mt e voltare nella prima strada a sinistra. Si procede sino a rasentare i ruderi della chiesa romanica di S. Leonardo, quindi si affronta un'erta salita, al termine della quale, ci si imbatte nella Tomba Ipogeica di Campu Lontanu.


Dolmen di Sa Coveccada, Mores
Dall'abitato di Mores (svincolo dalla S.S. Carlo Felice al Km 178,900) si esce in direzione di Ozieri (S.S.128 bis) e, dopo circa 1 Km, si volta a destra per Bono. Percorsi circa Km 3.8, immediatamente dopo il ponte che scavalca la linea ferroviaria Olbia - Cagliari e il Rio Mannu d'Ozieri, si gira a destra in una strada in discesa che costeggia per breve tratto il fiume. Percorsi 700 mt, si noterÓ un cancello sulla sinistra; a questo punto, si lasciano le auto e si procede a piedi nel sentiero che ha inizio dal cancello: dopo circa 300 mt, giunti in cima ad una collina, il Dolmen di Sa Coveccada Ŕ giÓ visibile in un campo a circa 5-600 mt sulla sinistra. Si raggiunge proseguendo diritti per il sentiero che discende la collina e risale il versante opposto della valle.


Nuraghe Fronte Mola, Thiesi
Dall'abitato di Thiesi (si raggiunge dalla S.S. 131, svincolo al Km 173.200) si esce in direzione di Ittiri per la S.S. 131 bis; oltrepassato il bivio di Romana, dopo 2.8 Km, si noteranno due cancelli ai lati opposti della strada. Si lascia l'auto e si entra in quello di sinistra, si risale a piedi il pendio fino a individuare, fra la vegetazione, la mole del Nuraghe Fronte Mola.


Domus de janas di Mandra Antine, Thiesi
Dall'abitato di Thiesi (si raggiunge dalla S.S. 131, svincolo al Km 173.200) si esce in direzione di Ittiri e si svolta, dopo Km 2.5, a sinistra per Romana; a 5.4 Km dal bivio, voltare in una strada sulla destra, segnalata da un cartello turistico, che conduce, dopo Km 1.5, alle Domus de janas di Mandra Antine.


Nuraghe Santu Antine, Torralba
Dalla Strada Statale 131, da Cagliari a Sassari, voltare allo svincolo per Torralba al Km 173,200; procedere in direzione opposta al paese, verso la stazione ferroviaria di Torralba. Il nuraghe, che Ŕ giÓ ben visibile, si raggiunge dopo poche centinaia di metri: una stradina laterale, sulla destra, conduce direttamente all'area archeologica.


Nuraghe Oes, Giave
Dalla stazione delle FF.SS. di Torralba (raggiungibile dalla S.S. 131, svincolo per Torralba al Km 173,200, in direzione della Valle dei Nuraghi), procedere a piedi, per i campi, in direzione sud, parallelamente alla linea ferroviaria, per circa mt.700, sino a giungere al Nuraghe Oes, ben visibile da lontano.


Domus de janas di Sos Furrighesos, Anela
Dalla S.S. 131 uscire al km 178.9 al bivio per Mores. Oltrepassato il paese si prosegue in direzione di Ozieri. Dopo 1 km si volta a destra per Bono e, dopo 7 km circa ancora a destra nella strada provinciale n░6. Dopo 6 km voltare a destra in una strada che, dopo alcuni chilometri, attraversa un gruppo di case coloniche. Oltrepassarle scendendo al fiumiciattolo. Lasciare l'auto e proseguire a destra costeggiando il fiume risalendo cosý sino alle Domus de janas di Sos Furrighesos.


Domus de janas di Sant'Andrea Priu, Bonorva
Da Sassari percorrere la S.S. 131 in direzione Sud e, al bivio al km 162.5 seguire la strada per Bono. Dopo circa 6 km si volta a destra in una strada che conduce alla chiesa di S. Lucia, oltrepassata la quale, dopo circa 500 mt si giunge alle Domus de janas di Sant'Andrea Priu.