Compro solo Sardo


Difficile aspettarsi che questa situazione di crisi economica possa trovare una soluzione nel breve-medio termine.
Per la Sardegna non sarà una cosa semplice, penalizzata dal perdurare dei problemi nei collegamenti aerei e marittimi, dalla questione insoluta della produzione e del prezzo del latte, dallo smantellamento dei servizi sanitari periferici, dalla perdita di tante risorse umane costrette all'emigrazione. Per soprammercato sono arrivati il Covid 19 e le cavallette.
La classe politica al governo dell'Isola nella precedente legislatura non ha risolto granché per ammorbidire gli effetti dei citati primi quattro handicap. Purtroppo, anche l'attuale governo regionale non sembra un fulmine di guerra.
E deve comunque confrontarsi con gli strascichi negativi lasciati dal corona virus.
In attesa che, finalmente, la nostra classe politica riesca ad elaborare progetti credibili e realizzabili per risolvere le note problematiche, o quantomeno avviare un processo virtuoso per il loro superamento, tocca o ognuno di noi portare il nostro contributo, piccolo o grande che possa essere.
Per conto nostro ci sentiamo di proporre alcuni comportamenti che dovrebbero coinvolgere tutti i Sardi; quelli residenti nell'Isola ma, anche, quelli emigrati nella penisola e i Europa o in qualsiasi parte del mondo.
Compriamo, preferibilmente, solo sardo. Per i residenti è chiaramente più semplice.
Per prima cosa, non lasciamoci condizionare dai tam tam pubblicitari, perché le produzioni isolane non temono confronti.
A seguire, a tutti i Sardi che vivono nella penisola o in altri paesi consigliamo gli acquisti on line. I produttori sardi sono attivi in questa linea di vendita e, confessiamo, non ne avevamo conoscenza. Come dire che eravamo suggestionati dai grandi nomi dell'e commerce.
Digitando sulla stringa di uno dei motori di ricerca, che sia Bing, Google o Yahoo o qualsiasi altro, le parole "Prodotti sardi on line" abbiamo scoperto che, invece, sono numerosi i siti sardi di vendite on line dei nostri prodotti.
Diversi sono curati direttamente dai produttori, singolarmente o in forma associata, che si sono attrezzati per tale commercio appoggiandosi per la distribuzione ai vettori più importanti come Poste, SDA, BRT, DHL e altri.
Allora facciamo le nostre scelte oculate, ma aiutiamoci e aiutiamo la Sardegna e compriamo solo Sardo.


home page